Come scegliere il miglior plugin per WordPress

Scegliere il plugin WordPress migliore per le proprie esigenze, tra i tanti offerti, sia gratuitamente che a pagamento, non sempre è una scelta facile. In particolar modo non lo è per tutti quei progetti che prevedono un orizzonte temporale a lungo termine, che in certi ambiti questa può rivelarsi una scelta critica che potrebbe anche compromettere, in futuro, le funzionalità del proprio sito web nel caso in cui lo sviluppatore decidesse di abbandonare il supporto, l’aggiornamento e lo sviluppo del plugin scelto.

Criteri di scelta e di esclusione

  1. Chi c’è dietro? Approfondire le informazioni sullo sviluppatore
  2. Guardare e valutare la frequenza di aggiornamento del plugin
  3. Valutare e confrontare la qualità di sviluppo del plugin

Cosa fare nel caso in cui un plugin smette di essere supportato

Quando un plugin viene abbandonato dallo sviluppatore o dall’azienda che curava il suo sviluppo, ci sono due possibili strade da intraprendere:

  1. sostituire il plugin con uno compatibile se le sue funzionalità possono essere rimpiazzate facilmente, con o senza migrazione di dati;
  2. assumere uno sviluppatore per continuare il suo sviluppo ed aggiornamento.
Torna in alto